Mysterious Writer

Mysterious Writer Day #16: Mirta Drake

Buongiorno e ben ritrovati Distopiciuzzoli del mio cuore!Mirta Drake - Game Over Factor

Oggi conosciamo insieme un’altra fantastica autrice del panorama Letterario che tanto amiamo. Vi presento Mirta Drake, autrice di “Game Over Factor. Vinci o muori.

Siete pronti a giocare? 😉

Mirta Drake è dark ed è convinta di essere un po’ strega per davvero. Il suo romanzo d’esordio è Cronache di una Strega per caso, il primo di una tetralogia già interamente pubblicata, edita da Eroscultura. Ha scritto vari racconti, erotici e non. Alcune sue opere brevi sono state selezionate per la raccolta “BReVI AUTORI” edita da Bravi Autori, in diversi volumi. E un suo racconto “Dieci faccine gialle” è stato selezionato dall’associazione culturale Bravi Autori per l’antologia “Dieci”. Mirta Drake
Ha autopubblicato romanzi e alcune raccolte di racconti, come “GAME OVER Factor – vinci o muori” un distopico ambientato in un ipotetico futuro violento e spietato e i racconti contenuti in “Il sorriso sulla pelle”, un paranormal thriller seguito da un buffo noir e un fantasy ironico.
È una sognatrice seriale, ama inserire una vena fantasy anche nella vita quotidiana, per renderla più accattivante e adora la musica Heavy Metal e Hard Rock. Adora seguire le serie TV più disparate. Lettrice onnivora, romantica e scanzonata, Mirta D. crede profondamente nell’amicizia, nell’amore e ovviamente anche nel sesso. In ogni sua storia c’è molto di lei, dalla timidezza intrinseca fino all’innata sensibilità, per non parlare dell’ironia che non l’abbandona mai.

E adesso passiamo alla trama del romanzo:

Game Over Factor – vinci o muori – è un romanzo dark, tagliente, avventuroso e romantico ambientato in un distopico futuro spietato.
Nel 3027 l’umanità e il mondo, così come li conosciamo, sono cambiati, e non in meglio.
Eppure c’è qualcosa che Giò può fare per migliorare la vita della sorella malata e anche la propria: partecipare a Game Over Factor. Un reality death game dove vinci o muori, in cui i concorrenti sono destinati a perire, in un modo nell’altro e soltanto uno vincerà l’ambito premio che potrà garantirgli una vita migliore. Tuttavia, quando la protagonista conosce Sky durante le selezioni, prova per la prima volta interesse per qualcuno che non sia un personaggio virtuale e tenterà di mettere da parte i sentimenti per affrontare la prova più difficile di tutte: confrontarsi con le sue paure e soprattutto con la sua personalità che, dentro al reality, si sdoppia sempre di più.
Chi è Giò? Una brava ragazza un po’ ingenua oppure la dura e cinica Neraluna3027, il suo alter ego nel gioco che sembra sempre avere le rispose giuste? E quale delle due si sta innamorando di Sky?
Sky è un ragazzo stupendo che nasconde un enorme segreto. Le ali che porta orgogliosamente tatuate sulla schiena dai muscoli delineati sono quelle di un angelo o di un demone? Giò può permettersi di mettere a repentaglio la propria opportunità di vincere in nome di un amore che forse ha solo immaginato? E perché Sky ci tiene tanto ad aiutarla?
Attraverso fantasiose prove potenzialmente mortali la storia di Giò e Sky si snoda inanellandosi con le vite degli altri concorrenti in un crescendo di tensione colpi di scena.
L’amore può vincere davvero su tutto?
L’enigmatico e fatale Sky, e la romantica eppure combattiva Giò, alias Neraluna3027 dovranno compiere una scelta impossibile che forse potrà cambiare il destino dell’umanità perché, come dice Sky, “anche la più piccola delle ribellioni può cambiare il mondo.”

Cosa ne dite?

Nel nostro Gruppo Leggere Distopico ha suscitato molto interesse. Eccovi alcune domande che i nostri Distopici le hanno rivolto 😉

  • Mirta nei tuoi romanzi è abbastanza ricorrente la tematica dell’amore,(perchè in fondo ammettiamolo anche noi dure, siamo inguaribili romantiche), caratteristica che a parer mio è sempre ben equilibrata nel contesto dello scritto ma che non tutti gradiscono. Hai mai pensato di orientare i tuoi scritti ad un pubblico meno avvezzo al “romanticismo”? Elena G.G.
  • Che bella domanda. È vero, io, da inguaribile romanticona ci infilo sempre l’amore ( e spesso un tatuaggio!!) perché ritengo che sia una delle emozioni più complesse e controverse dell’essere umano. Ho effettivamente in “cantiere” qualcosa che non tocchi la tematica amorosa, se non di sfuggita ma, al momento, l’idea è solo in fase embrionale e dovrebbe puntare più sull’ironia. 
  • Ci racconti il tuo rapporto con la scrittura e com’è cambiato nel tempo ?
    Cosa significa scrivere oggi, e cosa significava agli inizi. Marianna E.F.
  • Io ritengo che scrivere sia un processo di evoluzione continua. Non si smette mai di imparare. A oggi, posso dire che rileggendo ciò che ho scritto anche solo un anno fa, cambierei alcune cose, strutturerei le frasi in modo differente, magari. All’inizio scrivevo solo per me, e mai avevo accarezzato il sogno di essere pubblicata, quindi c’era una certa “innocenza” di base. Non mi domandavo se la cosa sarebbe potuta piacere ai lettori o meno, scrivevo e basta. Poi il sogno di pubblicare un libro con una c.e. si è avverato per “Cronache di una Strega per caso” (è stata pubblicata poi l’intera tetralogia) e ho cambiato un po’ il mio modo di vedere le cose. Scrivo ancora per me stessa, ma anche per lasciare un messaggio ai lettori, e, francamente, credo di farlo con una maturità maggiore. Credo che per migliorarsi occorra leggere molto e scrivere tanto, ma sognare ancora di più.
  • Il tuo rapporto con le recensioni ? quelle negative e non costruttive ? Marianna E.F.
  • Ho un rapporto d’amore – odio con le recensioni. Da un lato le attendo per conoscere il giudizio del lettore, dall’altro le temo perché, essendo molto sensibile ci sto male veramente se sono negative, non riesco a farmele scivolare addosso. Se costruttive sono sicuramente utili… se messe a casaccio solo per distruggere o per invidia, fanno male e basta. So che quando vedo che c’è una recensione in più mi viene la tachicardia  😀 Credo che non mi abituerò mai!
  • Hai mai pensato di scrivere un romanzo a quattro mani ? con chi faresti questa esperienza e perché ? Marianna E.F.
  • Ho pensato molto a questo e credo che per farlo serva una comunione d’intenti non indifferente, oltre a una certa affinità, accompagnata alla voglia di collaborare e di essere disponibili a cambiare punti di vista, scene e situazioni. Una volta ne parlai con Elena Galati Giordano, credo che con lei ci riuscirei benissimo, perché abbiamo anche un senso dell’ironia molto simile. Oppure con un’altra cara amica, Mathilde Bonetti, con cui ho in comune il romanticismo e la vena creativa sempre all’erta!
  • Quale personaggio dei tuoi romanzi ti piacerebbe avere come miglior amico/a nella vita reale? Marianna E.F.
  • Sai che, a dire il vero, credo proprio Scarecrow di GAME OVER Factor? È un duro dall’animo gentile, enigmatico e protettivo, seppure a modo suo. Eroico ma mai melodrammatico. Immagino che mi darebbe dei buoni consigli.

Noi ringraziamo Mirta per essere stata con noi e se volete conoscerla ancora meglio vi invitiamo a visitare il suo sito web 😉

Ora vi lasciamo con la visione del booktrailer amici carissimi.

Alla prossima!

Bye Bye

 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “Mysterious Writer Day #16: Mirta Drake”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...