Nuke Gaming

Nuke Gaming Day: Final Fantasy VII.

Ciao ragazzi! Tutto apposto? Siete carichi? Oggi vi propongo un titolo per i giocatori più stagionati 😎

22199028_1320493688072914_1363800092_o

Continue reading “Nuke Gaming Day: Final Fantasy VII.”

Annunci
Recensioni

Recensione: “Bird Box” di J. Malerman

Ciao ciurma distopica!

Oggi ho il piacere di proporvi la mia recensione del romanzo : “Bird box” di J. Malerman dal quale è stato tratto l’omonimo film andato in onda, ahimè, solo su Netflix che ha come protagonista la bravissima Sandra Bullock e quel genio di attore che risponde al nome di John Malkovich.  Se mai riuscirò a vederlo sarà mia cura proporvi, in seguito il confronto tra film e romanzo. Oggi vi dovrete accontentare del mio giudizio sulla versione cartacea.

josh malerman - bird box

Shannon e Malorie sono due sorelle che, dopo tanti sacrifici, riescono finalmente a coronare il loro sogno di vivere insieme in una bellissima casa in periferia. Ben presto, però, Malorie, scopre di essere incinta dopo aver avuto un rapporto occasionale con uno sconosciuto. La notizia, seppur lieta getta le due sorelle in uno stato di panico, proprio perché non preparate alla nuova condizione che un bambino porterebbe nelle lore vite. Nel frattempo in alcune cittadine della Russia eventi inspiegabili e estremamente brutali stanno accadendo. Alcune persone dopo aver visto entità non ben definite, compiono inspiegabili e inarrestabili atti violenti. Ben presto queste azioni dilagano a macchia d’olio  coinvolgendo altre città e Nazioni. Malorie è scettica, ritiene poco credibili questi fatti e che siano solamente frutto di una follia collettiva. Presto si dovrà ricredere, infatti, sarà proprio Shannon la prossima vittima. Sola e senza cibo, Malorie dovrà trovare presto una soluzione e un posto sicuro dove rifugiarsi, ed è presso la casa di Tom che trascorrerà il resto dei suoi giorni insieme a un altro gruppo di uomini e donne, in attesa di compiere un ultimo e pericoloso viaggio verso la salvezza.

Il romanzo, senza ombra di dubbio, presenta una trama curiosa e accattivante. Lo stile fluido e claustrofobico consente al lettore di concludere velocemente il libro. Le ambientazioni, così come le descrizioni, sono minuziose e consentono un’ immersione totale nelle vicende, inducendo nel lettore un crescente stato di tensione. I personaggi sono ben inquadrati nel contesto narrativo e descritti in maniera precisa e accurata. Di per sé i fatti narrati non sono molti. L’autore si concentra, infatti, su due piani temporali che nel corso della narrazione si intrecciano sul prima e durante il viaggio di Malorie verso un mondo migliore. Ciò che contraddistingue questo romanzo è, senza dubbio, la capacità dell’autore, tramite il corpus narrativo, di suscitare sentimenti forti nel lettore. Sicuramente un ottimo romanzo, che, tuttavia, non mi ha convinta completamente e dal quale, forse, mi aspettavo qualcosina in più. Tre stelle e mezzo su cinque!

Speciali

#RispondonoILettori – seconda parte

Buongiorno e ben tornati per il nostro secondo appuntamento con “Rispondono i lettori”, l’intervista che ha avuto luogo nel nostro popolatissimo gruppo su Facebook!

Oggi vediamo le domande poste da Valentina Libraia. (P.S. le immagini le ha scelte lei di sua spontanea volontà, giuro che non l’ho costretta con la forza 😀 )

51298930_798365973849409_3620886532673503232_n.jpg

    • Il primo vostro amore distopico libroso? Quello al quale non potreste mai rinunciare perché è la vostra icona del genere?
    • Orwell (genio) Philip Dick, poi salto generazionale e vado con la Roth di Divergent. Hunger Games, simile a Battle Royale, ma non così uguale come dicono, mi ha stregata nel primo volume, gli altri due li ho amati meno, ma credo che la meraviglia tirata fuori con i film compensi. Poi, finalmente, una eroina dichiaratamente egoista e pure stronzetta, che fa del bene, ma alla fine lo fa partendo da se stessa.  (Michela Monti)
    • Sicuramente la trilogia del Silo di Hugh Howey e Legend e la trilogia di Legend di Marie Lu.
      I miei preferiti in assoluto. (Serena Rossi)
    • Hunger games, Divergent e Wool mi hanno fatto appassionare a questo genere. (Mauro Carparelli)51283530_798369480515725_6571911072301711360_n

 

  • Preferite i distopici autoconclusivi o le saghe distopiche? Per quanto mi riguarda, per questo genere non ho una preferenza specifica, apprezzo entrambe…le mie saghe più belle sono state: R.I.G del nostro capitano e “Hunger games”, mentre l’autoconclusivo più bello…no qui è troppo difficile!!!
  •  Io non ho trovato ancora una saga distopica che mi piaccia. Non ne ho lette tante. Ma sono stata sfigata evidentemente.
    Comunque autoconclusivi più belli per me 1984, Battle Royale, La Strada e Solo il mimo canta al limitare del bosco.
    E tra i due preferisco gli autoconclusivi. Delle saghe mi fido molto poco. E spero di trovarne una che mi piaccia al più presto. (Erika Corona)
  • Assolutamente le saghe! (Sara Arfini)
  • Non ho una preferenza. Le saghe sono insidiose perché non sempre riescono a mantenere alto il ritmo nonché il livello del primo libro, al contempo una saga ben scritta, come R.I.G. che hai giustamente citato o Shatter Me, ti consente una immersione completa nel racconto lasciandoti un ricordo indelebile.
    Gli autoconlusivi, se scritti bene (non hanno quindi capitoli ripetitivi e il finale buttato via in due pagine) riescono a regalare la stessa emozione di una lunga saga. (Serena Scipioni)
  • Io in genere preferisco di più le saghe. (Alessia Bondio)

51484028_798371580515515_1942193479790624768_n.jpg

  •  Il libro o saga distopica che vorreste leggere?
  • Io leggerò The tower, ma sto aspettando con fermento E17 di Liliana Marchesi. (Livia Pessina)
  • Io sto leggendo il terzo libro di Darkest Mind a sono super indecisa riguardo alla prossima lettura. Forse Red Rising di Pierce Brown, oppure Flawed Gli imperfetti di Cecelia Ahern. (Clara Gariboldi)

Per oggi è tutto. Vi diamo appuntamento alla terza parte, in cui leggerete delle risposte davvero interessanti 😉

Nuke Gaming

Nuke Gaming Day: Nier:Automata.

Ciao ragazzi! Tutti pronti per il Nuke Gaming day? Siete carichi? Preparate il controller e, si…anche oggi, i fazzoletti: oggi andremo ad esplorare un opera nipponica che ci farà piangere lacrime amare.

22199028_1320493688072914_1363800092_o

Il titolo che vi propongo oggi è Nier: Automata, sviluppato dalla Platinum Games e pubblicato nel 2017 dalla Square Enix. A breve vi illustrerò la trama e l’ambientazione, il gameplay e le mie opinioni personali al riguardo.

Intanto vi lascio il trailer, che sarà utile per farvi un idea.

Attendo, come al solito, i commenti suscitati dal primo impatto

Anno 11945
L’umanità è ormai prossima all’estinzione, la guerra con le biomacchine costruite da una sconosciuta razza aliena ha costretto i pochi sopravvissuti a rifugiarsi sulla luna.

Intenzionati a riprendersi il proprio pianeta, gli esseri umani decidono di costruire gli androidi e le unità Yohra per combattere la minaccia e liberare finalmente il mondo dagli invasori.

La trama segue le vicende di due dei tanti androidi impiegati in battaglia: L’unità 2B (Quella femminile, che risponde a B come battaglia) e l’unità 9S (Il ragazzo, che risponde a S come scanner).

Essi saranno degli “inviati speciali” sulla terra per monitorare le operazioni in prima persona e raccogliere ulteriori dati sul nemico.

I due si ritroveranno in una megalopoli completamente assorbita dalla natura e spogliata di tutto quello che gli era rimasto di “umano”, i paesaggi appaiono subito “asettici e sintetici” anche se molto suggestivi. Una città per esempio è stata quasi completamente sotterrata dalla sabbia del deserto che, senza l’intervento umano, ha avanzato inesorabilmente…oppure un altra, costiera, sarà gran parte sommersa.

I due, durante le loro peripezie, riscopriranno le caratteristiche della dimenticata razza umana, caratteristiche che ormai diamo per scontate.

23561521_1495475097184676_4096997440310670274_n.jpg

Il gameplay è il classico open world, ossia avremo a disposizione un mondo completamente esplorabile che dovremo setacciare per procurarci denaro, attrezzi, macchinari e “cimeli” del vecchio mondo che potremmo riporre e consultare comodamente in archivio in un secondo momento per conoscere le vicende del “mondo di ieri” ormai così remoto da scivolare lentamente nell’oblio.

I nostri personaggi funzioneranno come dei sistemi operativi in tutto e per tutto, come un cellulare! Quindi oltre che cambiare le armi, avremo la possibilità di installare delle app e dei chip per aggiungere nuove feature e nuovi upgrade. Ovviamente come nei cellulari, lo spazio è limitato e ce lo dovremo ben gestire.

Inoltre, come androidi avremo modo di hackerare le altre macchine e il che ci catapulterà in un minigioco “bullet hell” che strizza l’occhio ai difficilissimi titoli anni 80/90.

L’impressione, è quella di giocare ad un gioco attraverso l’interfaccia di un robot.

Questo gioco è…particolare: mi ha veramente sorpreso. E sono uno che ha giocato alla saga di Metal Gear Solid eh! Quindi non è affatto facile sorprendermi.

Il titolo è suddiviso in 2 Run:
-La prima la affronteremo nei panni di 2B, il modello da battaglia.
-La seconda la affronteremo nei panni di 9S che, in quanto scanner, ci permetterà di capire qualcosa in più della storia che abbiamo appena affrontato.

Infine una terza run che non vi posso rivelare per non farvi spoiler u.u
Vi dico solo che questo gioco, quando pensate di aver capito “l’andazzo generale” inizia a prendervi a pugni sullo stomaco.
Ha le classiche caratteristiche della sceneggiatura giapponese: è esagerata, barocca a tratti, intensa, cruda che colpisce ai sentimenti proprio dove fa più male.

All’inizio del gioco ero entusiasta, poi ho iniziato a mettermi le mani in mezzo ai capelli, poi mi sono sentito attonito e confuso.

Se volete provare forti sentimenti e farvi un viaggio nella psiche umana attraverso le grandi domande della vita: comprate questo gioco!
Se siete deboli di cuore e facili al pianto NON comprate questo gioco!

E con questo….vi saluto! Nella speranza di avervi intrattenuto e incuriosito.
Ci vediamo al prossimo Nuke Gaming day! Ciao cari!

23632039_1495488610516658_9196561941328722047_o.jpg