I Grandi Classici

Un po’ di… Archeo-fantascienza!

“Se ti sei mai chiesto dove vengono creati i tuoi sogni, guardati attorno, vengono creati qui!”

Georges Méliès

Francia, 1895, nasce il cinema, la settima arte vede la luce del Sole.

All’epoca erano solo piccolissimi o piccoli cortometraggi, ma già allora, come oggi il cinema si fa mezzo per raccontare l’uomo, l’umanità e la sua società, fra paura, desideri e ipotesi più o meno plausibili.

Non è un caso che fra i primi temi trattati ci sia la fantascienza, in tale genere si racchiude tutto il senso umano, tutto ciò che l’uomo immagina per il suo avvenire o cosa una scienza sempre più emancipata, poteva donare nel bene e nel male all’umanità stessa.

Continue reading “Un po’ di… Archeo-fantascienza!”

Annunci
I Grandi Classici

Fantascienza: un po’, solo un po’ di storia…

Cos’è la fantascienza?
La fantascienza è sognare, sperare, ipotizzare, sviluppare…

Francesco Arena

La data convenzionale della sua nascita è considerata il 1926 quando uscì negli Stati Uniti la prima rivista di fantascienza, Amazing Stories, ma io, da sempre bastian contrario, affermo che una sorta di fantascienza già si sviluppò nella letteratura greca col mito di “Icaro e il Sole”, “La storia vera” di Luciano Samosata, e quant’altro.

Altri suoi precursori continuarono a essere scritti a cavallo del XVI e XIX secolo , si citano a tal riguardo l’ “Orlando furioso” di Ludovico Ariosto, “Somnius” di Giovanni Keplero, “L’altro mondo o gli stati e gli imperi della Luna” di Savinien Cyrano de Bergerac, “L’anno 2440” di Louis-Sébastien Mercier, “Erewhon” di Samuel Butler. 

Ma forse, i precursori più conosciuti restano senza dubbio Frankenstein di Mary Shelley e i molti romanzi di Jules Verne e H. G. Wells.

Continue reading “Fantascienza: un po’, solo un po’ di storia…”